IV Provvedimento PSA determinazione n. 5-138 del 26-02-2016
Modifica del IV provvedimento attuativo del Programma straordinario di eradicazione della Peste Suina Africana 2015–2017, recante eradicazione della PSA nelle popolazioni di cinghiali selvatici e allevati, adottato con determinazione prot. 2, n. 25 del 20.11.2015.
Venerdi 29 Aprile 2016
Condividi con:
Condividi su Delicious Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Diggita Condividi su Technorati Condividi su My Space Condividi su Digg Condividi su Google Bookmarks Invia a un amico Stampa Ti piace
441
Non ti piace
379

Provvedimento

Allegato 1 Nuova delimitazione della zona infetta dl selvatico CVC 2015

Allegato 2 Scheda comunicazione

Allegato 3 Scheda invio campioni

Allegato 4 Indagine epidemiologica


L’Agenzia Laore Sardegna ha avviato i corsi rivolti ai cacciatori referenti, ai referenti delle compagnie di caccia, ai titolari delle Aziende agrituristiche venatorie (AATV), delle Zone addestramento cani (ZAC), degli allevamenti di cinghiali a scopo di studio e ripopolamento e ai presidenti delle zone in concessione per l’esercizio della caccia autogestita. 


I corsi rientrano nell’ambito del progetto regionale per l’eradicazione della peste suina africana (PSA), finalizzato a debellare il morbo che affligge il comparto suinicolo isolano, attraverso misure sanitarie di contrasto della malattia nei cinghiali. 

La formazione, secondo quanto disposto dall’art. 9 del Quarto provvedimento del Responsabile dell’Unità di Progetto, consiste in un incontro, della durata di circa 2 ore, tenuto da tecnici dell’Agenzia con la partecipazione del personale del Corpo forestale e di vigilanza ambientale della Regione Sardegna e dei veterinari delle Aziende Sanitarie Locali.


Adesione
Per usufruire della formazione gli operatori devono effettuare una pre-iscrizione online, utilizzando il modulo predisposto nella sezione Servizi online del sito, accessibile anche attraverso il link sottostante. 

www.agenzialaore.it/servizionline/registrazioneeventi.nsf/xpRegistrazione.xsp

 

Attenzione: una volta effettuata la pre-iscrizione gli utenti devono attendere la convocazione.


Gli Sportelli unici territoriale dell’Agenzia sono a disposizione degli interessati per il supporto necessario alla pre-iscrizione. 

Cartina Sportelli Unici Territoriali

Elenco degli Sportelli Unici Territoriali 

 


Sedi e date degli incontri


Sedi e date degli incontri verranno definite sulla base del comune di residenza dei richiedenti che saranno convocati dall’Agenzia telefonicamente o via e-mail.

 

 


Per informazioni:

Daniela Sardo, tel. 070 6026 2291 - e-mail: danielasardo@agenzialaore.it 
Paola Murru, tel. 070 6026 2428 - e-mail: paolamurru@agenzialaore.it

Proroga obblighi per poter esercitare caccia al cinghiale.

A seguito delle interlocuzioni di oggi con i rappresentati delle associazioni venatorie, è stata prorogata dal primo giugno al prossimo 27 giugno la scadenza per i cacciatori, comunque organizzati, della comunicazione ai Servizi veterinari della ASL e alla Stazione Forestale e di Vigilanza Ambientale, competenti per territorio, del nominativo del cacciatore referente per l’esercizio della caccia al cinghiale. Entro il 27 giugno vanno inoltre comunicati l’indirizzo e la località e, qualora di difficile individuazione attraverso le coordinate GPS, il luogo dove verranno raccolti i cinghiali abbattuti per essere eviscerati, sezionati e stoccati. Tali luoghi non potranno assolutamente essere situati presso aziende suinicole. 
Impegni più specifici riguardano i cacciatori che svolgono attività venatoria nelle aree infette da PSA nel selvatico. Sempre entro il 27 giugno i cacciatori dovranno nominare un referente per l’esercizio della caccia al cinghiale che ha il dovere di garantire il rispetto delle prescrizioni sanitarie e gestionali contenute nel quarto provvedimento elaborato dall’Unità di progetto e consultabile, insieme ai suoi allegati, al seguente link: http://goo.gl/ddYSnj Il cacciatore referente dovrà quindi trasmettere, entro tale data, ai Servizi veterinari della ASL e alla Stazione Forestale e di Vigilanza Ambientale, competenti per territorio, una formale richiesta di deroga al divieto di caccia, previsto per questi macroareali infetti. Il referente dovrà inviare cartografia dell’area di caccia, con indicazioni del Comune, o elenco dei Comuni, dove verrà praticata e il luogo dove verranno raccolti i cinghiali abbattuti per essere eviscerati, sezionati e stoccati. Entro il 27 giugno di ogni anno il referente dovrà infine comunicare l’elenco dei cacciatori, dei battitori e di tutte le persone che fanno parte a diverso titolo del gruppo di caccia organizzato.

Quarto provvedimento. Modifiche e proroga.

Quarto provvedimento eradicazione PSA - Brochure informativa